“Lo Specchio della Vita è un film che seduce. Ambientato tra la fine degli anni’40 e gli anni ’50 la sua è una storia che ammalia e quello degli abiti uno stile che incanta”

Salve a tutte le mie Fashion Rebel ma con Stile, sapete esistono film che lasciano senza respiro, non solo per la loro storia ma anche per i loro abiti. Lo Specchio della vita è tra questi.

Ambientato tra la fine degli anni ’40 e gli anni ’50, interpretato da Lana Turner e Susan Khoner, il film è la straordinaria storia di coraggio ed amicizia tra due donne: Lora Meredith ed Annie Johnson. Tutto ha inizio al termine degli anni ’40 durante una gita in spiaggia. Lora perde di vista sua figlia Susie, la piccola viene intercettata da Annie, una donna Afroamericana anche lei con una bambina: Sara Jane.

Lana Turner
Lana Turner

 A prima vista, nessuno può immaginare che Sara Jane sia Afro Americana, per via della sua carnagione molto chiara. Lora, che sogna di diventare una star, decide di ospitare Sara Jane e la madre per qualche giorno. Ma le cose non le vanno molto bene. Annie si offre come governante e tra le due donne nasce una straordinaria amicizia fatta di complicità nonostante le differenze.

Lo Specchio Della Nostra Vita
Lo Specchio Della Nostra Vita
Lo Specchio Della Nostra Vita
Lo Specchio Della Nostra Vita
Juanita Moore
Juanita Moore

Mentre Lora lotta con tenacia e si afferma nel mondo dello spettacolo. Annie cresce con amore sua figlia Sara Jane, e silenziosamente affronta una lotta ancor più grande: quella al razzismo. Annie non viene accettata da sua figlia Sara Jane, che si vergogna di avere una madre Afro Americana. Rinnega le sue origini e fugge di casa. La madre dopo aver cercato di convincere la figlia a tornare, muore dal dolore. Lo Specchio Della vita termina con il funerale di Annie, ed il ritorno a casa di Sara Jane.

Lana Turner
Lana Turner
Lo Specchio Della Vita
Lo Specchio Della Vita
Lo Specchio Della Vita
Lo Specchio Della Vita

Nel film, gli abiti sono minuziosamente curati. La pellicola si sviluppa in un momento storico durante il quale tutti cercano di superare il dolore creato da una guerra che sembrava non terminasse più. Negli USA iniziano le prime lotte contro le leggi razziali. Questi anni rimandano ad un glamour realizzato con abiti dalla cura sartoriale. Durante l’intero film, il respiro si fa sospeso, come è sospesa l’atmosfera che spesso si respira. Ogni abito scava nella profondità degli animi di quegli anni. Dopo il buio, il colore sgargiante sembra voler urlare la voglia di pace ed amore, e soprattutto di rinascita! La couture diviene fresca, vibrante, pur mantenendo nel suo DNA il rigore delle forme. La palette è dolce ed appassionata. Regnano i colori solari, come il rosso, il giallo, il verde menta, accostati a riflessi iridescenti madreperlati. I materiali toccano con mano sapiente ogni peso. Lievi charmeuse, le lucide sete che dialogano con i pullover di lana. Le stampe sembrano danzare, dall’inizio alla fine del film.

Lo Specchio Della Vita
Lo Specchio Della Vita

Il film, anche attraverso gli abiti, è un vero e proprio percorso che tocca con mano il dolore e la gioia, le vittorie e le sconfitte, il successo e le paure, la psicologia ed il sogno. Riuscendo così ad arrivare nella profondità di ogni anima, grazie anche alla couture.

Lana Turner
Lana Turner
Lana Turner
Lana Turner

Se hai voglia di assaporare in chiave moderna gli anni ’50 clicca qui